A rendere ancora più suggestive le spiagge che si affacciano sulla Marina di Teulada è l'Isola Rossa. Il noto isolotto è sempre stato un approdo fortuito, una zona in cui le genti sostavano per i più svariati motivi e un poetico spunto per gli artisti e i romantici, che ne parlano o la scolpiscono come una donna addormentata o come il profilo di un volto.

L'Isola è caratterizzata da rocce granitiche e vi sgorga una fonte d'acqua dolce, motivo per il quale le genti di ogni epoca potevano permanere per diverso tempo: sono di diverse epoche le strutture che tuttora si riconoscono.

Fa parte dell'area SIC per alcune delle sue caratteristiche, ad esempio su di essa nidificano il Gabbiano còrso e (Larus audouinii) e la Berta maggiore (Calonectris diomedea) e i fondali che la attorniano sono  colonizzati da praterie di Posidonia oceanica, indicatore per eccellenza della salubrità delle acque.